HOME CHI SIAMO OFFERTA FORMATIVA LA SCUOLA DOVE SIAMO EVENTI CONTATTI DOWNLOAD FAQ ITS MAPPA SITO
  15/9/2014 06:02   › HOMEFAQAspetti educativi
 :. Aspetti didattici
 :. Aspetti educativi
 :. Aspetti amministrativi

DOMANDA: Non so come intervenire: mio figlio non mi ascolta, non so cosa fare, nessuna punizione sembra avere effetto se non quello di allontanarlo da me.
RISPOSTA: Quello del genitore è un mestiere difficile... In questa scuola, però, ci sono insegnanti che oltre al vostro figliolo hanno seguito  centinaia di ragazzi, qualcuno anche con un certo successo... Questa esperienza conta, ed è al vostro servizio: non abbiate remore a rivolgervi al Direttore, alla Preside, agli insegnanti, anche per le più banali problematiche educative, e soprattutto non aspettate che sia troppo tardi per qualsiasi intervento...


D.: Va male a scuola, cosa devo fare? Gli tolgo la playstation?
R.: Ogni caso va gestito in maniera personale. Quel che va bene per l’uno, non va bene magari per l’altro. Pertanto anche gli interventi di correzione, punizione, castigo devono essere ponderati. La nostra esperienza, però, ci dice che se passa tre ore al giorno davanti al computer, circa dieci ore a scuola, almeno otto per dormire e non contiamo il calcio, gli amici, la ragazza e il resto, quando studia? Forse è il caso di togliergli al playstation... Solitamente togliendo ai ragazzi ciò che li distrae si ottengono dei risultati. Naturalmente, a fronte di risultati positivi si può riconcedere, come premio,  la frequenza alle proprie passioni, in attesa che la maturazione porti la capacità di capire che lo studio è importante in sé e per sé, e indipendentemente dai premi che vengono concessi in caso di risultati positivi. Anche qui, però, vale la pena di confrontarsi con gli educatori della scuola.


D.: Per essere sicuro che faccia i suoi compiti, gli provo io personalmente la lezione tutti i giorni. Faccio bene?
R.: No. Già dalle scuole medie, è necessario che un ragazzo impari a gestire autonomamente i suoi compiti e si assuma le sue responsabilità scolastiche. Un conto è fornirgli un aiuto e un confronto dopo che lui ha fatto il suo lavoro personale, un conto è fare il lavoro insieme a lui, e un altro ancora farlo al posto suo. Gli ultimi due atteggiamenti sono educativamente scorretti. Si tratta di aiutarlo a guadagnare l’autonomia che non dimostra.

  
   Istituto Tecnico Superiore

 

»More


   

     ISTITUTO PAVONIANO ARTIGIANELLI - Via B. Crespi, 30 - 20159 Milano     
Tel: +390269008178 - Fax: +390266800566 - mail: info@istitutoart.it